immagine

Sabato 29 Febbraio 2020

Confartigianato Imprese Calabria ha presentato il documento con le proposte sulla crescita del valore artigiano ai candidati presidenti Jole Santelli e Carlo Tansi

 

Dopo aver presentato il proprio documento programmatico contenente le proposte sul tema  “Crescita a valore artigiano” - che pone al centro il “valore artigiano” al candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra, Pippo Callipo, e alla candidata del centrodestra Jole Santelli, Confartigianato Imprese Calabria, questa mattina ha incontrato il candidato alla presidenza Carlo Tansi. Il presidente di Confartigianato Calabria, Roberto Matragrano, e il segretario Silvano Barbalace, hanno consegnato le proposte che puntano a valorizzare il mondo artigiano facendo leva su “quell’insieme di valori storici, tutt’oggi attuali, ai quali ci ispiriamo, che ci consentono di rappresentare gli interessi generali del ceto medio produttivo e di intere comunità e società locali nel difficile percorso per affrontare in modo solidale le sfide della modernità”.

“Il punto di partenza per il rilancio della Calabria non può che essere una seria politica economica volta alla promozione dei fattori “chiave” per incrementare la competitività delle nostre imprese, l'innovazione e gli investimenti e che individui per ciascun settore produttivo le misure necessarie per lo sviluppo, gli ambiti prioritari di intervento, gli strumenti finanziari e le risorse disponibili”, hanno spiegato Matragrano e Barbalace evidenziando che è arrivato il momento “un concreto cambiamento, una svolta, per ripensare al futuro economico, sociale e politico di questa Regione con quella fiducia che certamente le sterili lotte politiche finalizzate alla raccolta del consenso elettorale non sono state in grado di assicurare.

Il documento che - partendo dall’ascolto delle esigenze delle imprese artigiane del territorio – è stato elaborato tenendo conto di obiettivi e proposte su alcuni temi chiave: Valore Artigiano al centro; Accesso al credito; Competitività ed export; Semplificazione Burocratica; Lavoro e Formazione; Turismo, Cultura e Artigianato; Aree interne.Illustrati gli obiettivi e le proposte individuate per le singole voci approfondite, Carlo Tansi ha condiviso le proposte di Confartigianato in particolare la necessità di snellire la burocrazia e la necessità di renderla più efficiente ed al passo con i tempi richiesti dal mondo delle imprese. “Io amo questa terra e mi sono candidato per questo – ha affermato il candidato alla presidenza per “Tesoro Calabria” – tra i mali della Calabria c’è la grande incompetenza dei vertici della Regione e l’improvvisazione e l’approssimazione nell’uso dei fondi europei. La Calabria ha delle peculiarità uniche che rappresentano un patrimonio da capitalizzare”. Tansi ha condiviso la necessità di puntare sulla qualificazione dell’offerta formativa turistica, regolamentare l’apprendistato e puntare su una legge per le aree interne, ritenendo fondamentale l’apporto delle associazioni come Confartigianato e i sindacati. Presente all’incontro anche il candidato per il collegio Nord, Nicola Baldo.